Informazioni sul progetto

FuoriOndaRadio è un progetto che si propone di creare e stimolare momenti di controcultura ed informazione, di socialità, di confronto e di intrattenimento, liberando creatività e saperi. Nasce in un'aula della Facoltà di Ingegneria dell'Università della Calabria occupata in occasione della grande mobilitazione studentesca contro i tagli della legge 133/08 che ha travolto le università italiane nel 2008. La web-radio nasce, appunto, per amplificare la voce dell'informazione indipendente studentesca: quello che vogliamo è uscire dal silenzio e dell'anonimato e tornare ad essere protagonisti della società e per farlo abbiamo anche il bisogno della comunicazione. È un progetto che si espande dal mondo universitario e cerca di contrastare lo strapotere dei palinsesti di network ufficiali, controllati sempre dai "poteri forti" e sempre più lontani dalle esigenze della gente. L'esigenza di praticare opposizione e controinformazione negli atenei italiani parte dalla situazione di guerra non dichiarata all’università pubblica fin dai primi anni novanta, quando la stagione delle grandi lotte e dei grandi avanzamenti sociali era ormai conclusa e si avviava la grande fase di arretramento che si trascina fino ad oggi. In ambito strettamente universitario, partendo dai provvedimenti del ministro Ruberti, passando dal cruciale assorbimento del cosiddetto Processo di Bologna mediante le contro-riforme Zecchino-Berlinguer e Moratti, fino ai recenti fatali tagli e provvedimenti marcati Tremonti-Gelmini. Ma ció che evidentemente è di interesse per gli studenti non sono solo gli interventi strettamente universitari: non è necessario elencare le manovre di confisca di diritti applicate a tutta la popolazione, basti citare il piano Marchionne, le devastazioni ambientali e l'ormai consolidata precarietà che caratterizza il lavoro e l'esistenza di intere generazioni. Non sono solo queste le caratteristiche che ci contraddistinguono, ma le finalità di questo progetto si spingono ben oltre l'ambito universitario, essendo naturalmente l'università inserita nel contesto di relazioni economico-sociali di cui fa parte. Partendo da questa costatazione e nascendo dalle rivendicazioni sociali che l'aula P2*occupata ha prodotto in questi due anni prende forma il collettivo FuoriOndaRadio. Questo collettivo si pone una ambiziosa prospettiva: costruire un network di comunicazione per dare voce attraverso la web-radio a tutte quelle realtà che cercano di proporre una visione alternativa al sistema economico e sociale attuale, basandosi su principi e valori che hanno le loro radici nell'anticapitalismo, nell'antifascismo, nell'antirazzismo, nell'antimilitarismo e nell'ambientalismo. Attraverso la collaborazione e la comunicazione, tante realtà sociali potrebbero iniziare a muovere i primi passi per la tessitura di una rete sociale. Certo, se la spinta iniziale è sicuramente prettamente politica, non possiamo esimerci dal cercare forme e metodi di comunicazione e aggregazione che siano anche divertenti, ironici, creativi, per spezzare il ritmo frenetico dell'università fabbrica del nuovo millennio: spazi di intrattenimento e cultura, trasmissioni dedicate alla musica si alterneranno ai momenti di riflessione e informazione. Il collettivo FuoriOndaRadio si auto-finanzia. È aperto al contributo di tutti coloro che condividano gli intenti e i principi del progetto. Questa web-radio viene autogestita mediante una assemblea periodica nella quale il percorso collettivo viene definito attraverso discussioni ordinate e decisioni frutto dell'espressione della maggioranza. Crediamo che anche questo sia un elemento importante di crescita e formazione individuale e sociale.


Collettivo Fuori Onda Radio

MANIFESTO
DOWNLOAD PDF